Regolamento

Statuto »

Regolamento per l’elezione del Presidente, del Consiglio Direttivo,
del Collegio dei Revisori dei conti e del Colleglio dei Probiviri

Art. 1 – Elezione del Presidente, del Consiglio Direttivo, del Collegio dei Revisori dei Conti e del Collegio dei Probiviri.

1.  Nella prima metà del mese di novembre, che precede la scadenza del mandato, il Presidente del Centro convoca l’Assemblea dei Soci, perché prenda atto dell’elenco dei soci aventi diritto al voto e proceda alla costituzione del seggio elettorale, di cui nomina il Presidente e tre scrutatori, scelti fra soci non ricoprenti incarichi sociali, né inseriti nelle liste dei candidati.

2.  Nella prima metà del successivo mese di dicembre, l’Assemblea procede allo svolgimento delle operazioni di voto. Il relativo avviso di convocazione, trasmesso a tutti i soci e rilevabile da adeguata documentazione, deve contenere l’indicazione del luogo e del giorno fissati per le votazioni, nonché l’orario di apertura e di chiusura del seggio.

Art. 2 – Elettorato attivo e passivo.

1.  Hanno diritto di voto i soci in regola con il pagamento della quota sociale.

2.  Sono esclusi dalla votazione i nuovi iscritti che abbiano maturato una anzianità associativa inferiore a 6 (sei) mesi dalla data della votazione.

3.  L’elenco dei soci aventi diritto al voto va tenuto a disposizione dei votanti.

4.  Tutti i soci aventi diritto di voto possono essere eletti.

5.  È facoltà del socio chiedere di essere inserito nelle liste per la elezione degli organi societari, mediante sottoscrizione di apposito modulo predisposto dal Consiglio Direttivo e consegnato al Segretario del Centro almeno 10 (dieci) giorni prima della votazione.

6.  Le liste dei candidatia Presidente e a componenti del Consiglio Direttivo, nonché quelle relative a componenti del Collegio dei Revisori dei Conti e a componenti del Collegio dei Probiviri, predisposte dal C. D., devono essere trasmesse dal Segretario del Centro al Presidente del seggio elettorale che le metterà a disposizione degli elettori mediante affissione.

Art. 3 – Seggio.

1.  Il seggio, costituito come stabilito dal precedente art. 1 comma 1) il giorno precedente le votazioni, si insedia nella sala a queste destinata e prende in consegna il seguente materiale:
•   un tavolo per i componenti il seggio elettorale e quattro tavoli con relative sedie disposti in modo da garantire la libera e segreta espressione del voto;
•   n. 3 copie di elenchi dei soci con diritto di voto, timbrati e firmati su ciascuna pagina dal Presidente del Centro in carica;
•   copia dello Statuto del Centro;
•   n. 3 copie delle liste presentate per la votazione;
•   le schede da utilizzare per la votazione;
•   n. 1 urna per il deposito delle schede votate;
•   materiale di cancelleria.

2.  Nel giorno fissato per le votazioni il seggio rimane aperto per 6 (sei) ore, dalle 09,00 alle 13,00 e dalle 17,00 alle 19,00.

3.  Il Presidente del seggio consegna ai votanti la scheda precedentemente autenticata, recante il timbro del Centro e la firma a sigla apposta dal Presidente del seggio e da uno scrutatore.

Art. 4 – Modalità di voto.

1. Il voto è libero e segreto.

2. Per l’elezione del Presidente e dei componenti il Consiglio Direttivo il socio esprime il proprio voto indicando non più di 8 (otto) preferenze, scrivendo, nell’apposito spazio previsto nella scheda, i nomi di altrettanti soci scelti fra quelli riportati nella lista dei candidati a Presidente e a componenti del Consiglio Direttivo.

3. Per l’elezione del Collegio dei Revisori dei Conti il socio esprime il proprio voto indicando, per ciascuno dei Collegi predetti, non più di 3 (tre) preferenze, scrivendo negli appositi spazi previsti nella scheda, i nomi di altrettanti soci scelti fra quelli riportati nelle relative liste di candidati.

4. Per l’elezione e del Collegio dei Probiviri, il socio esprime il proprio voto indicando, per ciascuno dei Collegi predetti, non più di 3 (tre) preferenze, scrivendo negli appositi spazi previsti nella scheda, i nomi di altrettanti soci scelti fra quelli riportati nelle relative liste di candidati.

Art. 5 – Scrutinio dei voti.

1.  Terminata la votazione, il Presidente e gli scrutatori procedono seduta stante allo scrutinio dei voti, fissando la graduatoria dei candidati in base al numero delle preferenze ottenute. Ove due o più candidati ottengano un ugual numero di preferenze, nella graduatoria precede il più giovane di età.

2. Le operazioni di voto e di scrutinio devono risultare da apposito verbale che, firmato dal Presidente e dai componenti il seggio elettorale, deve essere consegnato al Consiglio Direttivo per i successivi adempimenti di competenza.

Art. 6 – Proclamazione degli eletti.

1.  Il Presidente del seggio, verificata la regolarità delle operazioni di voto, proclama eletti i candidati che abbiano riportato il maggior numero di voti e procede alla formale chiusura delle votazioni.

2.  Risulterà eletto quale Presidente del Centro il candidato nella lista dei candidati a Presidente e a componenti del Consiglio Direttivo che abbia ricevuto il maggior numero di preferenze. Se il candidato maggiormente suffragato dovesse rifiutare l’incarico, si procederà ad eleggere colui che segue in elenco. Ove uno o più candidati ottengano un ugual numero di preferenze, risulterà eletto il più giovane di età.

3.  Risulteranno eletti quali componenti del Consiglio Direttivo i 7 candidati che avranno riportato il maggior numero di voti, escluso il candidato della medesima lista che risulti eletto, secondo il comma 2, alla carica di Presidente. Ove uno o più candidati ottengano un ugual numero di preferenze, risulterà eletto il più giovane di età.

4.  Risulteranno eletti quali componenti del Collegio dei Revisori dei Conti i 3 (tre) candidati che avranno riportato il maggior numero di voti. Ove uno o più candidati ottengano un ugual numero di preferenze, risulterà eletto il più giovane di età.

5.  Risulteranno eletti quali componenti del Collegio dei Probiviri, i 3 (tre) candidati che avranno riportato il maggior numero di voti. Ove uno o più candidati ottengano un ugual numero di preferenze, risulterà eletto il più giovane di età.

6.  Il neo-eletto Presidente del centro, ricevuta la comunicazione dell’esito delle votazioni, entro 10 (dieci) giorni dalla conclusione delle medesime, convoca gli eletti dell’organismo di competenza per l’insediamento e la formale accettazione dell’incarico.

7.  Le cariche sociali non sono cumulabili.

8.  Tutti gli eletti restano in carica per 2 (due) anni.

Il presente Regolamento viene approvato dell’Assemblea dei soci, con la maggioranza prevista dall’art. 27 dello statuto, nella  seduta del  21/06/2009.

Il Presidente: Chiara Cannito; il Segretario: Liliana Tangorra.                          

 

 


Torna indietro